Un’idea “buona”

Cotti in Fragranza è un laboratorio per la preparazione di prodotti da forno all’interno del carcere minorile Malaspina di Palermo. Un progetto buono, basato su una precisa etica della responsabilità, in cui i giovani coinvolti sono protagonisti di tutte le scelte, dai nomi dei prodotti alle strategie di marketing. Anche dopo aver concluso il proprio percorso detentivo, i ragazzi continuano a lavorare al progetto.

Cotti in Fragranza è un’impresa sociale all’avanguardia che utilizza materie prime di alta qualità per una produzione made in Sicily d’eccellenza.

La storia di Cotti in Fragranza comincia con il Buonicuore, un frollino dall’inconfondibile sapore di mandarino ideato da uno dei migliori pasticceri della Sicilia, Giovanni Catalano. Sua la ricetta, donata al laboratorio insieme alle prime “lezioni” di cucina. Sotto la sua guida viene completato il laboratorio, ed è qui che i ragazzi – affiancati da uno chef formatore – cominciano il proprio percorso di formazione.

Nel frattempo le competenze crescono e anche la voglia di sperimentare: è così che si creano le ricette per gli altri due frollini agli agrumi, il Parrapicca e il Coccitacca, e per gli snack salati, i Picciottelli.

Grazie al supporto di una squadra di esperti esterni e sempre affiancati dalle insuperabili educatrici coordinatrici del progetto, Lucia Lauro e Nadia Lodato, i ragazzi si confrontano con le quotidiane scelte imprenditoriali: studio del mercato, perfezionamento dell’offerta, strategie di marketing.

Col passare dei mesi i frollini Cotti in Fragranza raggiungono le botteghe equosolidali, i bar, e grazie al supporto di Legacoop Sicilia Occidentale anche i supermercati della grande distribuzione, superando i confini della Sicilia e portando il proprio messaggio di riscatto sociale in tutta la Penisola.

 

Il progetto è promosso e sostenuto da: Istituto Penale per i Minorenni di Palermo, Opera Don Calabria, Associazione Nazionale Magistrati Fondazione San Zeno e Unicredit.